Archivio per luglio 2015

Frammenti di TAZ nella campagna molisana

Beh, ci provo.. Non è facile descrivere cos’è successo.

Sono affluiti in tanti al raduno un po’ improvvisato di alcuni membri smembrati di Polifame.

Alcuni sono approdati nella casa di campagna di Mex con mezzi di varia natura: bici, Megabus, auto, astronavi.. Altri sono approdati direttamente al campeggio di Castel san Vincenzo dove i cambuasscciani preparavano da tempo lo sfarzoso accampamento che ci avrebbe accolti tutti (e con tutti si intendono picchi di più di trenta persone) per poco tempo.

Dall’incastro fortuito di eventi accidentali si è formata una TAZ dilatata nel tempo e nello spazio oltre quel piccolo campeggio. Un mosaico di situazioni e persone unite per brevi attimi dal buon mangiare, dal buon bere ed eventualmente dal buon fumare. L’illusione era perfetta: uno specchio che rifletteva immagini passate riprodotte in un luogo nuovo. Effimere, certo, ma che hanno raggiunto, in alcuni momenti, una perfezione tale da diventare quasi assolute.

Il momento della perfezione sono sicuro che chi c’era lo ha assorbito fino all’ultima goccia: l’energia empatica sprigionata dal calore dei cipressi mi ha inebriato e travolto come una catarsi spirituale. E ora la sprigiono, dopo che è tutto finito, nella speranza di poterla passare anche agli altri polifami, perché la continuino a portare in giro per il mondo per creare altre TAZ di energia, per sopravvivere.. E che quest’energia diventi sempre più potente al posto di morire a causa dello smembramento fisico della nostra comunità. Che travolga altri e altri ancora.

Noi qui continueremo ad usare quell’energia di ieri sera per fare insieme pane, birra, liquori, torte, orti, cagatoi a secco, panche di bancali…

Ciao a tutti e a presto

Grazie di tutto.

Annunci